548DAB Magie di Omnia: Il Giovane Holden

martedì 1 maggio 2007

Il Giovane Holden

Se davvero avete voglia di sentire questa storia, magari vorrete sapere prima di tutto dove sono nato e com'è stata la mia infanzia schifa e che cosa facevano i miei genitori e compagnia bella prima che arrivassi io, e tutte quelle baggianate alla David Copperfield, ma a me non va proprio di parlarne.
Jerome David Salinger, Il giovane Holden

In poche righe, Salinger ha concentrato l'essenza del personaggio. La sua anima. La debole riluttanza e l'egocentrismo latente del protagonista. E' l'incipit "che dice che non dirà" ma sappiamo bene che invece il personaggio, contraddittorio e instabile, ci parlerà spesso di sè anche della sua infanzia.

Etichette:

2 Commenti:

Alle 1 maggio 2007 12:50 , Blogger Gabriele ha detto...

Il giovane Holden... un libro che mi ha segnato. Amo leggere dei giovani e dei problemi adolescenziali.
Mai letto 'Jack Frusciante è uscito dal gruppo' ambientato nella nostra Bologna? Penso che quel romanzo, pur avendo avuto molta meno fortuna di Holden, sia una spanna sopra.. sarà perchè leggere dei posti in cui giornalmente passo è una cosa particolare, sarà perchè il protagonista è un ragazzo come tanti, sarà perchè il rapporto fra lui e Aidi è qualcosa di stupendo... ma quel libro mi cambia ogni volta che lo leggo.

 
Alle 1 maggio 2007 18:26 , Blogger Fabio Cicolani aka cicobyo ha detto...

Non ho letto Jack Frusciante purtroppo... sarà perchè quando è uscito ero un giovane con problemi adolescenziali e non mi andava tanto di specchiarmi hihihi... Inoltre diffido dei casi letterari, sul momento. Semmai preferisco leggerli in seguito. Una mia amica sceneggiatrice ne ha curato un libero adattamento per la Rai dal titolo "Noi due" in onda prossimamente. Chissà...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page